A seguito del trasloco presso il polo di Verduno, le informazioni sono in fase di aggiornamento. Ci scusiamo per il disagio.

prefettura

Ai sensi dell’art. 75 del T.U. 309/90, chiunque sia trovato in possesso di sostanze stupefacenti, per farne uso personale, anche se non è alla guida di un veicolo, si rende responsabile di una violazione amministrativa che comporta l’applicazione di sanzioni irrogate dalla Prefettura, quali la sospensione o il divieto di conseguire:

• da 1 mese a 3 mesi la patente di guida, il certificato di abilitazione professionale per la guida di motoveicoli, il certificato di idoneità alla guida di ciclomotori;
• da 1 mese ad 1 anno, il passaporto, la carta d’identità ai fini dell’espatrio, il porto d’armi, il permesso di soggiorno per motivi di turismo se cittadino extracomunitario.

L’avvicinarsi alle sostanze stupefacenti costituisce un comportamento a rischio: a scopo valutativo  preventivo e per favorire la riflessione nel merito, la persona trovata in possesso o sotto effetto di sostanze, è tenuta a effettuare un colloquio presso il Nucleo Operativo Dipendenze della Prefettura di Cuneo. L’incontro è finalizzato ad un orientamento educativo e informativo che in molti casi si concretizza in un programma terapeutico presso il Servizio Tossicodipendenze dell’ASL di riferimento territoriale.

Il Sert dell’ASL CN2 ha strutturato, per chi accede al Servizio in seguito a questi problemi, due tipi di intervento:

• un programma educativo informativo: alcuni colloqui di orientamento individuali o di gruppo per approfondire e/o criticizzare il consumo, l’uso o l’abuso di sostanze;
• un programma terapeutico: il percorso strutturato prevede interventi di figure sanitarie e socio educative finalizzati al trattamento delle problematiche legate al consumo abuso di sostanze psicoattive (cfr. sezioni Trattamenti droga correlati e Trattamenti alcol correlati).

Nel caso di segnalazioni che vedono coinvolte persone minorenni è previsto un colloquio informativo con i familiari.
Il Servizio è disponibile a consulenze con i familiari che ne facciano richiesta (cfr. sezioni citate).

ASL CN2