Bollettino epidemiologico 2017

Epidemiologia 15/02/2019

E’ stato pubblicato ed è in distribuzione il “Bollettino Epidemiologico 2017- Relazione su alcuni aspetti dello stato di salute della popolazione dell’ASL CN2”. Giunto ormai alla XIX edizione, il Bollettino è una fotografia dell’ASL ma, soprattutto del territorio di Alba e Bra.

Contiene una relazione sugli aspetti demografici e i suoi cambiamenti nel tempo attraverso uno sguardo su alcuni dati relativi ad aspetti quali: natalità, mortalità, speranza di vita e tutto quanto riguarda i principali aspetti di salute del territorio e dei suoi abitanti.

Molti sono i focus che permettono al lettore di entrare nel dettaglio delle attività e dei servizi dell’Asl CN2. Tra questi quello sulla popolazione anziana che, come per il resto del Piemonte e dell’Italia, è in costante aumento pur non essendo la più “anziana” della Regione.

“Il Bollettino delinea – spiega Laura Marinaro responsabile della struttura di Epidemiologia, Promozione salute e Coordinamento attività di Prevenzione dell’Asl CN2 –il profilo di salute della nostra popolazione, definito grazie alla “sorveglianza Passi” che indaga sugli stili di vita e i principali fattori di rischio cui è esposta la popolazione 18-69 anni, e che ci consente di analizzare tutta una serie di comportamenti ma anche identificare la percentuale di percezione del proprio stato di salute. Quasi il 73% della popolazione del territorio dell’ASLCN2 dichiara di stare bene o molto bene”.

Il documento contiene inoltre un focus sulle principali cause dei morte nella popolazione con in testa, le malattie dell’apparato cardiocircolatorio seguite dai tumori.

E’ presente un’analisi di fattori di rischio per la salute quali: fumo, alcol, eccesso ponderale e obesità e attività fisica.

Sempre di grande attualità il focus sulle malattie infettive con un’analisi sulle coperture vaccinali nell’Asl CN2.

Per chi si reca all’estero, per lavoro o per piacere, è di grande utilità l’Ambulatorio di medicina dei viaggi che fornisce informazioni sul pericolo di eventuali esposizioni a fattori di rischio in paesi extraeuropei. Ci sono poi dati su attività e servizi quali: Medicina dello Sport, Veterinari, sulle malattie professionali e infortuni sul lavoro con un focus sui comparti più a rischio e sugli infortuni tra gli addetti dell’ASL stessa, una fotografia relativa all’esperienza di costruzione di una rete di welfare di comunità attraverso il progetto Talenti Latenti. Infine una parte dedicata alla salute organizzativa e a quanto emerso dal percorso “I valori del cambiamento…dalle parole alle azioni” offerto ai dipendenti, all’utilizzo dei servizi sanitari, e un’analisi su cronicità e fragilità.

 

Il bollettino è stato stampato grazie al sostegno della Fondazione Nuovo Ospedale.