Il Medico di Medicina Generale

L’iscrizione al Servizio sanitario nazionale garantisce l’assistenza medica di base da parte del medico di medicina generale (medico di famiglia), che rappresenta il primo riferimento per la salute dei cittadini.

L’attività del medico di famiglia comprende:

  • Le visite in studio e domiciliari a scopo diagnostico e terapeutico;
  • La prescrizione di farmaci;
  • La prescrizione di consulenze specialistiche, esami strumentali e di laboratorio e la richiesta di ricovero;
  • Il consulto con lo specialista;
  • L’accesso in ospedale in caso di ricovero dell’assistito;
  • Il rilascio di certificati (alcuni gratuiti, altri a pagamento);
  • L’effettuazione di alcune prestazioni professionali aggiuntive, facoltative, quali: suture di ferite superficiali, rimozione di punti di sutura e medicazioni, fleboclisi, vaccinazioni non obbligatorie ecc.;
  • La partecipazione obbligatoria alle campagne di vaccinazioni antinfluenzali indette dalle ASL e rivolte a tutta la popolazione a rischio.

Il medico di famiglia deve, inoltre, redigere ed aggiornare una scheda sanitaria individuale del paziente, che gli consenta di disporre, in ogni momento, delle notizie e degli avvenimenti che ne caratterizzano lo stato di salute, in modo tale da procedere con una cura personalizzata, appropriata alla storia clinica dell’assistito.

Per l’assistito non deambulante ed impossibilitato a recarsi in studio, per seri motivi di salute, il proprio medico di famiglia può attivare un’assistenza domiciliare programmata (ADP); per l’assistito invece che necessita di un’assistenza più complessa e continuativa, con l’integrazione di altre figure professionali, quali infermiera e/o fisioterapista e/o specialisti, il medico di famiglia coordina l’intervento, attivando l’assistenza domiciliare integrata (ADI).

I medici, operanti nello stesso territorio, possono associarsi fra loro, al fine di offrire un ampliamento di accesso allo studio per urgenze cliniche e burocratiche, salvaguardando, comunque, il rapporto fiduciario con il proprio medico di famiglia e consentendo così ai propri assistiti di avere più medici a propria disposizione.

Orari

Il medico di famiglia presta attività in ambulatorio dal lunedì al venerdì, secondo l’orario che ciascuno espone nel proprio studio. Per i pazienti impossibilitati a recarsi in studio, la visita domiciliare, se richiesta entro le 10 (sabato compreso), sarà effettuata in giornata. Le richieste pervenute dopo tale ora, potranno essere espletate entro le 12 del giorno successivo.

Il servizio è attivo nei giorni feriali dalle ore 8 alle ore 20, il sabato e i prefestivi dalle ore 8 alle ore 10. Nei restanti orari è disponibile il medico del Servizio di Continuità Assistenziale.