Progetto “Infermiere di Comunità in Parrocchia”

Notizie generali 18/02/2020

Al fine di  promuovere e valorizzare l’approccio “sociale” delle parrocchie, la Conferenza Episcopale Italiana (CEI) ha avviato il progetto di “Infermiere di Comunità in Parrocchia”, come proposta di collaborazione tra Diocesi e Servizi Territoriali del Servizio Sanitario Nazionale.

Il progetto è nato nel 2018 avvalendosi, inizialmente,  della collaborazione tra ASL ROMA 1 e  la CEI

Fra le fasi di questo disegno era prevista la realizzazione di questa esperienza in diversi contesti territoriali del nostro paese, scelti fra  nord, centro e sud.

Nel 2019 sono state individuate le sedi di sperimentazione: PIEMONTE (Alba), LAZIO (Roma ) e BASILICATA (Tricarico). La regione EMILIA ROMAGNA (Modena) sta valutando.

Il documento guida, contenete i termini dell’attività del progetto, è l’accordo quadro sottoscritto il 29 luglio 2019 tra Ufficio Nazionale per la Pastorale della Salute della CEI e l’ASL Roma 1.

Gli obiettivi di questo progetto sono:

  • Ascoltare, informare e orientare le persone all’interno della “Rete”dei servizi socio-sanitari territoriali dell’ASL Cuneo 2; in particolare con i Medici di Famiglia e le strutture distrettuali;
  • Facilitare i percorsi di accesso alle cure e/o assistenza interfacciandosi con il Distretto Sanitario e i vari servizi territoriali di prossimità;
  • Generare una cultura e capacità di accesso ai servizi sanitari disponibili, ma sconosciuti
  • Intercettare gli “irraggiunti”, facilitando il rapporto tra “persone” e “sistema sanitario”
  • Favorire azioni di promozione della salute e del benessere della comunità;

Per ufficializzare la partecipazione alla sperimentazione, ogni azienda sanitaria coinvolta, ha formalizzato l’accordo sottoscrivendo una convenzione con la CEI.

Sia le Diocesi che le ASL hanno  individuato dei referenti, debitamente formati e ognuno con competenze specifiche, che si confronteranno per dare risposte all’utenza.

Le comunità parrocchiali individuate dalla Diocesi, in modo condiviso con la ASL Cuneo 2, sono le seguenti:

  1. UNITA’ PASTORALE ASSE MORETTA: composta da 3 parrocchie, Madonna della Moretta, Santa Margherita e Parrocchia San Rocco (a San Rocco Cherasca); comprende  9.900 abitanti
  2. UNITA’ PASTORALE OLTRE STURA: composta da 4 parrocchie, Maria Vergine Assunta (Roreto di Cherasco),  S.Grato (Bricco de Faule), Natività di Maria Vergine (Cappellazzo), S.Rocco ( Veglia); comprende 4213 abitanti
  3. UNITA’ PASTORALE CORTEMILIA: 8 comuni con 9 parrocchie: Cortemilia S. Michele – Cortemilia S. Pantaleo – Castelletto Uzzone – Gorzegno – Gottasecca – Levice – Pezzolo Valle Uzzone – Todocco – Torre Bormida; i comuni coivolti sono 8 : Cortemilia (due parrocchie), Pezzolo Valle Uzzone (due parrocchie), Castelletto Uzzone, Torre Bormida, Gorzegno, Levice e Bergolo (che fa parte della parrocchia di Levice); comprende 3927 abitanti

L’ ASL CN2 ha coinvolto gli Operatori Sanitari del Servizio Territoriale dei Distretti di Alba e Bra.

I referenti agiranno utilizzando  un modello operativo definito e unico per tutte le sedi.

I luoghi di ritrovo per i confronti, saranno le parrocchie con programmazione stabilite e in accordo fra referenti ASL e referenti Parrocchiali.

Gli incontri fra referenti saranno attivi a partire dall’ultima settimana di febbraio 2020.

Chi fosse interessato ad avere ulteriori informazioni può rivolgersi alle unità Pastorali di seguito elencate:

UNITA’ PASTORALE DI RORETO                   TEL. 0172.495149

UNITA’ PASTORALE MORETTA                      TEL. 0173.440340

UNITA’ PASTORALE CORTEMILIA                 TEL.  0173.81081