Rettifica e precisazioni circa le procedure semplificate per il rilascio di autorizzazioni in materia di protesica ed integrativa a seguito dell’emergenza Covid-19

Notizie generali 26/03/2020

Con l’allegata DGR n. 13-1125 del 13.03.2020 la Regione Piemonte, stante l’attuale emergenza epidemiologica conseguente alla diffusione del COVID-19, ha stabilito la proroga di 90 giorni di tutti i piani terapeutici  prestazioni di assistenza integrativa ex DPCM 12/1/2017.

Pertanto, i piani terapeutici relativi a

  • Materiale di medicazione
  • Materiale d’uso
  • Alimenti aproteici/speciali
  • Dispositivi monouso soggetti ad autorizzazione mensile (cateteri/sacche etc)
  • Dispositivi per l’automonitoraggio glicemico

in scadenza tra il 1 marzo 2020 e il 30 aprile 2020 sono da ritenersi automaticamente prorogati di 3 mesi.

Per le prime tre categorie di prodotti (materiale di medicazione, materiale d’uso, alimenti aproteici/speciali) sarà dunque sufficiente che il paziente presenti presso il punto di erogazione la prescrizione del MMG/PLS. Ovviamente  il curante dovrà attenersi scrupolosamente a quanto prescritto dallo specialista nel piano terapeutico.

Inoltre, le autorizzazioni mensili per dispositivi monouso rilasciate successivamente al 1 marzo 2020, come stabilito dall’allegata nota Prot. Regione Piemonte 9383/A1404B del 18/3/2020, verranno ritenute valide fino al termine del periodo di emergenza COVID-19. Per tutta la durata di tale periodo, i punti di erogazione provvederanno ad effettuare copie fotostatiche dell’ultima autorizzazione rilasciata successivamente al 1 marzo 2020, utilizzandole per le forniture dei mesi successivi secondo quanto stabilito dalla sopra citata nota. I pazienti quindi, una volta ritirata l’autorizzazione cartacea relativa al mese di marzo 2020, non dovranno più recarsi presso gli sportelli ASL, ma soltanto presso il medesimo punto di erogazione ove si sono recati nel mese di marzo.

 

Nel caso in cui l’autorizzazione originale di marzo 2020 sia già stata inviata all’ASL dal punto di erogazione, ne potrà essere richiesta copia all’Ufficio Protesica ed Integrativa (Tel 0172 420414).
Qualora poi ne venga fatta richiesta dal paziente, l’autorizzazione di marzo non ancora ritirata potrà essere inviata per via telematica tanto al paziente stesso quanto al punto di erogazione da lui indicato, così da ridurre ulteriormente gli accessi agli sportelli durante il periodo di emergenza sanitaria.

 

Quanto alle prestazioni di assistenza protesica, ogni prescrizione di ausili (carrozzine, tutori, protesi etc), corredata di preventivo e copia del documento di identità del paziente, potrà essere inviata all’ASL dal soggetto erogatore (officina ortopedica, negozio o ditta produttrice di ausili), previo consenso dell’interessato, al seguente indirizzo PEC: aslcn2@legalmail.it.

Per semplificare lo smistamento dei documenti, occorrerà scrivere nell’oggetto “Protesica e Integrativa: prescrizione ausili in emergenza sanitaria COVID-19”
L’autorizzazione verrà inviata dall’Azienda al soggetto erogatore sempre a mezzo posta elettronica.

Laddove le prescrizioni, redatte da specialista o MMG/PLS, riguardino ausili in fornitura diretta tramite magazzino ASL (carrozzine rigide, deambulatori, letti ortopedici, sollevatori etc) o presidi per incontinenza, potranno anch’esse venire inviate all’indirizzo aslcn2@legalmail.it da parte dell’assistito o del prescrittore. In caso di specialista in forza presso l’ASL CN2, la prescrizione potrà in alternativa essere inviata per posta interna all’Ufficio Protesica ed Integrativa.