Morbillo: i fatti

L’ultimo rapporto del Centro europeo per il controllo delle malattie infettive ci informa che in Europa nel 2010 sono stati segnalati complessivamente 30.367 casi di morbillo, tra cui più di 5000 adulti. Sono stati rilevati 21 decessi causati dal virus del morbillo.
I non vaccinati costituivano la grande maggioranza dei casi segnalati di morbillo (73%).

Un recente servizio di Euronews (canale televisivo d’informazione che copre gli avvenimenti del mondo da una prospettiva europea, trasmesso in undici lingue) fornisce molte informazioni sul morbillo e sulle sue conseguenze. Il filmato è visualizzabile cliccando sul seguente link:

Lotta contro il morbillo: vaccinarsi o no?

Il morbillo è una malattia infettiva molto contagiosa, causata da un virus che si trasmette per via respiratoria. Ogni singolo caso di morbillo è in grado di trasmettere l’infezione ad altre 16-18 persone. L’unica misura di protezione è la vaccinazione; attualmente si utilizza il vaccino trivalente morbillo-parotite-rosolia. Tutte le informazioni su tali malattie e sul vaccino trivalente sono contenute nell’opuscolo della Regione Piemonte dedicato ai genitori e disponibile tramite il seguente link:

“Le vaccinazioni dei bambini”

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha individuato l’obiettivo di eliminare il morbillo e la rosolia nella Regione Europea entro il 2015.
Anche l’Italia ha aderito a questo programma, promuovendo un nuovo
Piano Nazionale per l’eliminazione del morbillo e della rosolia congenita 2010-2015.