1. Nuove richieste di attivazione del percorso diagnostico

presso le strutture di Psicologia e/o Neuropsichiatria Infantile dell’ASL CN2

In base alla normativa regionale più recente l’accesso ai Servizi è preceduto dalla consegna da parte della scuola di una scheda (Scheda di collaborazione scuola e famiglia descrittiva delle abilità scolastiche – scuola primaria – e Scheda di collaborazione tra istituzioni scolastiche, istituzioni formative del sistema IeFP e famiglia, descrittiva delle azioni didattico-pedagogiche e delle abilità scolastiche – scuola secondaria di I e II grado e istituzioni formative del sistema IeFP -) compilata a cura degli insegnanti di classe, in cui vengono segnalate le difficoltà riscontrate in ambito scolastico.

I genitori del/della minore firmano la scheda e la consegnano personalmente alla SOC di Psicologia in via Vida 10, Alba (Tel. 0173 316070), dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00.

Al momento della consegna della scheda, che sarà poi registrata al Protocollo ASL, il Servizio provvede a fissare un appuntamento per il/la minore e la famiglia presso l’ Ambulatorio integrato (SOC di Psicologia e SOC di Neuropsichiatria Infantile) che si svolge il lunedì pomeriggio con cadenza quindicinale presso i Poliambulatori Ospedalieri di via Diaz, Alba.

A partire dalla data in cui è assegnato il numero di protocollo alla richiesta dei genitori , i Servizi hanno sei mesi di tempo per completare le procedure diagnostiche necessarie e redigere eventuale certificazione per la scuola.

Richieste provenienti autonomamente dai genitori, senza scheda scolastica

È sempre possibile per le famiglie richiedere autonomamente l’attivazione di un percorso diagnostico finalizzato alla comprensione di difficoltà di approfondimento, anche senza alcun riscontro di difficoltà da parte della scuola. In questo caso, tuttavia, i Servizi non sono vincolati a rispettare il termine di sei mesi per l’ultimazione delle procedure diagnostiche. Tali richieste saranno, quindi, inserite nelle liste d’attesa dei Servizi con tempistica variabile in base alle richieste presenti in quel momento e alle priorità assegnate.

Minori che non risiedono nel territorio dell’ASL CN2

I minori non residenti nel territorio di competenza dell’ASL CN2, anche se iscritti in Scuole dell’albese o del braidese, potranno accedere a una prima visita; dovranno, successivamente, rivolgersi ai Servizi dell’ASL di residenza che per competenza sono deputati al rilascio dell’eventuale certificazione scolastica.

2. Certificazioni rilasciate da privati

Qualora una famiglia residente nel territorio dell’ASL CN2 abbia scelto di rivolgersi a una struttura convenzionata o a uno studio di professionisti privati, l’eventuale certificazione prodotta dovrà essere vidimata dal Gruppo Disturbi Specifici dell’Apprendimento (GDSAp) dell’ASL CN2. La scuola dovrà comunque compilare e consegnare ai genitori la scheda di rilevazione delle difficoltà scolastiche.

I genitori del/della minore dovranno consegnare alla SOC di Psicologia in Via Vida 10 la documentazione sanitaria rilasciata dal professionista privato e l’apposita domanda (scaricabile qui) compilata e firmata. La documentazione dovrà essere registrata dall’Ufficio Protocollo e di seguito trasmessa al GDSAp che, valutato il materiale, dovrà dare una risposta entro 45 giorni dalla data del protocollo.

Si ricorda che, in base alle normative regionali e in accordo con le Linee – Guida per la Diagnosi dei Disturbi Specifici dell’apprendimento, che sottolineano l’importanza dell’integrazione multi professionale nel percorso diagnostico, le certificazioni prodotte da professionisti privati dovranno essere complete in ogni parte:

  • scheda di collaborazione scuola – famiglia rilasciata dalla scuola
  • certificato redatto da un medico specialista in Neuropsichiatria Infantile (datato e firmato) in cui si escludono esplicitamente patologie neurologiche e sensoriali, come da criteri diagnostici dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (secondo la classificazione ICD-10)
  • referto di valutazione cognitiva rilasciato da uno psicologo (datato e firmato)
  • relazione relativa alla valutazione delle abilità di lettura, scrittura e calcolo effettuate da un logopedista (datata e firmata) in cui si riportano i test utilizzati e i punteggi ottenuti; eventuale valutazione neuropsicomotoria effettuata da un terapista della neuropsicomotricità.
  • sintesi diagnostica redatta dallo specialista Neuropsichiatra e/o dallo Psicologo in cui siano riportati i codici e le diagnosi ICD -10 (eventuali disturbi associati, se non supportati da dati specifici, sono irrilevanti ai fini della diagnosi).

Rinnovi di certificazioni già emesse

In ottemperanza alle disposizioni regionali, dal 1 settembre 2014 saranno seguite le nuove disposizioni per il rinnovo delle certificazioni già esistenti, che prevedono la vidimazione del GDSAp dell’ASL CN2.

I genitori dei minori che necessitano di rinnovare le certificazioni di DSA per passaggio di grado scolastico dovranno rivolgersi al Servizio che ha emesso la prima certificazione, corredando la domanda con l’apposita scheda rilasciata dalla scuola (Scheda di collaborazione tra istituzioni scolastiche, istituzioni formative del sistema IeFP e famiglia, descrittiva delle azioni didattico-pedagogiche e delle abilità scolastiche).

Validità

Le presenti procedure sono valide dal 1 settembre 2014 per le nuove richieste di certificazione e i rinnovi di certificazioni già esistenti. Entro il 31 dicembre 2014 saranno esaurite le liste d’attesa eventualmente esistenti secondo le modalità precedenti.