Preparazione all’intervento

La prenotazione all’intervento avviene dopo visita ortopedica. Il ricovero è preceduto da un percorso pre-intervento in cui sono effettuati gli esami e le visite specialistiche necessarie (esami ematici, ECG, Rx, visita anestesiologica, ecc.)

Il mattino dell’intervento è necessario il digiuno, prima del trasporto in sala operatoria il paziente dovrà rimuovere gli apparecchi dentali mobili.

È sconsigliato tenere in camera denaro e/o oggetti di valore.

L’intervento

L’intervento viene eseguito dall’équipe chirurgica assegnata nella nota operatoria redatta il giorno prima in cui vengono riportati:

  • i dati anagrafici del paziente
  • la diagnosi
  • il tipo di intervento e l’eventuale necessità di mezzi di sintesi
  • gli operatori che lo eseguiranno
  • la pre-anestesia
  • eventuali note o particolarità

Ricoveri con carattere d’urgenza

  • Sono decisi dal Medico del Dipartimento Emergenza e Accettazione (D.E.A.)/P.S.
  • L’accettazione amministrativa del paziente verrà effettuata direttamente presso la sede del Dipartimento Emergenza e Accettazione (D.E.A.)/P.S.

Ricoveri programmati

I pazienti che hanno programmato un ricovero per un determinato giorno in seguito a prenotazione, devono presentarsi il giorno prestabilito allo sportello dell’Ufficio Accettazione Amministrativa muniti di:

  • Richiesta di ricovero
  • Libretto di iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale
  • Documento d’identità

Per i cittadini extracomunitari occorreranno anche il passaporto e il permesso di soggiorno.

Il post operatorio

Il post operatorio segue dei percorsi standardizzati in base a protocolli redatti da società scientifiche per ciò che riguarda il dolore, la terapia antibiotica, la profilassi antitromboembolica, l’idratazione, i controlli ematici.

La fisioterapia, se necessario, verrà iniziata durante il ricovero e proseguita ambulatorialmente o attraverso trasferimento presso strutture residenziali dedicate.

Le visite di parenti e amici

Ogni degente può ricevere visite da parte di parenti e amici. E’ necessario però che tali visite non siano d’ostacolo alle attività di reparto, né disturbino il riposo degli altri pazienti.

Di norma non sono ammesse visite di bambini al di sotto dei 12 anni per evitare loro il rischio di contrarre malattie o traumi psicologici legati alla particolare tipologia dell’ambiente in cui verrebbero a trovarsi.

Ospedale San Lazzaro di Alba

Orario di visita ai degenti:
Mattino dalle ore 13.00 alle ore 14.30
Pomeriggio dalle ore 18.00 alle ore 19.00

I minori di anni 12 possono far visita al genitore ricoverato durante l’orario di visita purché accompagnati da un adulto e soltanto per pochi minuti

Ospedale Santo Spirito di Bra 

Orario di visita ai degenti:
Al mattino dalle ore 13.00 alle ore 14.00
Al pomeriggio dalle ore 18.00 alle ore 19.00
Non è previsto l’accesso ai minori di 12 anni, i quali possono però intrattenersi nella sala di attesa antistante il reparto di degenza.

Dimissione 

All’atto della dimissione verrà consegnata al paziente una sintetica relazione clinica, da consegnare al medico curante, riportante la diagnosi, le procedure effettuate e l’eventuale terapia da seguire a domicilio.

Le visite ortopediche di controllo verranno effettuate presso l’ambulatorio di Ortopedia

Tutte le eventuali consulenze, radiografie, esami ematici e/o strumentali  segnati in lettera di dimissione, presso l’Ospedale San Lazzaro di Alba, non necessitano dell’impegnativa del medico curante, ma occorre la prenotazione presso il Centro Unico di Prenotazione (CUP) e l’eventuale pagamento del ticket.

Per le eventuali consulenze presso l’ospedale Santo Spirito di Bra è invece possibile effettuare la prenotazione direttamente presso la segreteria interna al momento della dimissione.

Nel presentarsi alla visita di controllo, è importante avere a disposizione tutta la documentazione relativa al ricovero.

Documentazione sanitaria

Il certificato di ricovero si richiede e si ritira presso l’ufficio accettazione amministrativa; così come pure la fotocopia della cartelle clinica.

Si precisa che la fotocopia della cartella clinica o di altra documentazione scientifica può essere richiesta e ritirata dall’interessato o da persona fornita di delega.