L’ASL CN2 organizza un incontro sulla sicurezza in agricoltura

Prevenzione e sicurezza ambienti di lavoro 28/11/2017

L’agricoltura, che rappresenta il fulcro dell’economia del nostro territorio sempre piu’ ricercato ed apprezzato per i suoi prodotti di eccellenza, purtroppo costituisce da tempo, per il Sistema Pubblico di Prevenzione, un ambito di rischio infortunistico prioritario.
Per questo motivo, sia a livello nazionale che regionale sono stati predisposti ed attuati specifici piani finalizzati alla riduzione degli infortuni in questo comparto, connessi ai rischi derivanti dall’utilizzo di macchine ed attrezzature ed alla riduzione di tecnopatie correlate a fattori di rischio biologici, chimici e da sovraccarico biomeccanico dell’apparato muscolo – scheletrico.
In particolare, iI Piano Regionale di Prevenzione 2014-2018 ha dato indicazioni ai Servizi delle ASL affinché, nel Piano mirato di sicurezza in Agricoltura, oltre a mantenere adeguati livelli di controllo su macchine e attrezzature fosse posta attenzione crescente ai rischi connessi all’ impiego di prodotti fitosanitari, alla presenza di ambienti confinati, alla tutela dei lavoratori stagionali e di quelli addetti ed agli allevamenti di animali, in particolare bovini e suini.
In riferimento a questo ultimo aspetto, è importante rilevare che la costruzione e la gestione degli edifici rurali richiede attenzione a fattori diversi e complessi che comportano ricadute, oltre che sulla sicurezza degli addetti, anche sul benessere animale, sulla sicurezza alimentare e sulla tutela dell’ambiente. La formulazione di linee di indirizzo su tali ambiti, a supporto delle attività di prevenzione da svolgere sugli allevamenti del territorio, può contribuire quindi a garantire una maggiore uniformità di comportamento da parte dei Servizi e può concorrere a promuovere un miglioramento delle strutture stesse ed un contenimento degli infortuni e delle malattie professionali legati al contesto.
Per questi motivi sono state predisposte le “Linee di indirizzo regionali per la costruzione di edifici destinati all’allevamento bovino e suino”, costruite a partire dal “Documento tecnico per I’individuazione delle buone prassi negli allevamenti bovini e suini”, prodotto dal gruppo nazionale “Agricoltura” e opportunamente adeguato alle specificità del territorio piemontese.
Lo S.Pre.S.A.L. dell’ ASL CN2 di Alba e di Bra, con il Progetto “Io coltivo in sicurezza”, persegue da anni l’obiettivo di diffondere la cultura della sicurezza tra gli operatori del comparto agricolo ed, al fine di divulgare le sopracitate Linee di indirizzo, ha organizzato un incontro con le parti interessate che avrà luogo lunedì 4 dicembre 2017, dalle ore 14,00 alle ore 17,00, ad Alba, presso la Sala Multimediale dell’ASL CN2, in Via Vida n. 10.