Giovedì di Talenti: ultimo appuntamento sull’economia finanziaria

NewsPromozione Salute 10/01/2018

Con il primo appuntamento dell’anno volge alla conclusione il percorso dei Giovedì di Talenti dedicato all’economia finanziaria: giovedì 18 gennaio all’ASL in via Vida 10, alle 18, sarà nuovamente con noi Antonio Cajelli, educatore finanziario indipendente che con entusiasmo, competenza e ironia ci ha accompagnati verso una migliore gestione del nostro budget famigliare.

Tutti gli incontri sono aperti al pubblico e non è necessaria la prenotazione.

A breve sarà reso noto il calendario dei primi percorsi al via nel 2018: formazione al rientro della maternità a Bra, stili di vita e alimentazione sana a Cortemilia, economia domestica a Bra. Stay tuned!

Per ulteriori informazioni sul progetto e sugli eventi, visitare il sito www.talentilatenti.it. È online anche la pagina Facebook dedicata al progetto, https://facebook.com/talentilatenti

TALENTI LATENTI

Già nell’Iliade i “talenti” d’oro erano citati come misura della massa, come premio; lo stesso nella Bibbia, donati per l’edificazione del primo tempio di Gerusalemme: un breve salto ed eccoli diventare una moneta, una ricchezza, e poi in senso figurato una risorsa anche non economica.

Il progetto Talenti Latenti, che ha come capofila l’ASL CN2, attraverso il Servizio Sociale di Bra, e il Consorzio Socio Assistenziale Alba Langhe Roero, con numerosi partner coinvolti, ha l’obiettivo di valorizzare una grande potenzialità del territorio, la creazione di una rete di welfare di comunità, una sinergia tra imprese pubbliche e private che si organizzano per proporre iniziative di sostegno a vantaggio dei dipendenti delle imprese aderenti e delle loro famiglie, e, attraverso gli attori pubblici del territorio, a beneficio della comunità.

Il progetto, realizzato con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, vede oggi coinvolte quattro aziende del territorio: Dimar, Sebaste, Slow Food e Università di Scienze Gastronomiche, in attesa che altre seguano il loro esempio.

L’attività formativa del progetto è svolta dalle cooperative del territorio: Progetto Emmaus, Consorzio Operatori Sociali (COS), Consorzio Iniziative Sociali (CIS), Alice, Insieme, Valdocco e Socialcoop.