1 – Modulo di istanza per la valutazione U.V.G.

L’utente che intenda:

  • ottenere l’inserimento in casa di riposo (RSA) con oneri a carico dl S.S.N. e della eventuale compartecipazione dei Servizi Sociali,
  • frequentare il Centro Diurno Anziani di Alba
  • ottenere i contributi economici a sostegno della propria permanenza al domicilio
  • ottenere interventi domiciliari da parte di Operatori Socio Sanitari (OSS)

deve essere sottoposto a visita da parte di apposita commissione socio sanitaria denominata Unità di Valutazione Geriatrica (U.V.G.)

A seguire il modello per formulare la relativa istanza.

2 – Moduli di scelta struttura convenzionata

La presente sezione contiene i modelli di scelta della struttura convenzionata sia per il primo inserimento che per il trasferimento da una struttura ad un’altra.

3 – Modulo per gli operatori sanitari e sociali per la valutazione U.V.G.

In questa sezione sono riportati i moduli e la procedura concordata per la valutazione U.V.G.

4 – Modulo per la relazione medica del M.M.G.

In questa sezione è riportato il modulo  per la relazione medica del M.M.G. ai fini della valutazione U.V.G.

Ricovero temporaneo U.V.G. – Nota informativa

Tempistica visite UVG

Le domande vengono valutate secondo l’ordine di arrivo.

Sono valutate con priorità le seguenti tipologie di istanze che vengono inserite a trattazione nella prima seduta utile:

  1. le proposte di adeguamento e/o rivalutazione dei progetti UVG, in quanto ai sensi della D.G.R. 30/07/2012 n. 45-4248 il termine di conclusione del procedimento è di 30 gg.
  2. le domande relative ad utenti in cui sia riscontrata la totale assenza di una rete familiare, come attestata da mail dell’assistente sociale che segue il caso indirizzata a uvg.umvd@aslcn2.it
  3. le domande relative ad utenti privi di reddito sufficiente a soddisfare i propri bisogni primari, come attestata da mail dell’assistente sociale che segue il caso indirizzata a uvg.umvd@aslcn2.it
  4. le domande di ricoverati in qualsiasi struttura sanitaria che necessitano di continuità assistenziale.

 

Ulteriore deroga al criterio dell’ordine della graduatoria, è ammessa, per ragioni di economicità dell’azione amministrativa, sulla base della vicinanza territoriale del domicilio del richiedente al luogo ove verrà svolta una seduta già programmata. In tal caso si potrà procedere alla valutazione di utenti la cui domanda sia pervenuta all’ASL da almeno 40 gg. e il cui domicilio si trovi:

  • (indicativamente) entro un raggio di 10 km dal luogo dove avrà svolgimento la seduta programmata, ad esclusione dei Comuni di Alba e Bra

oppure

  • (indicativamente) entro un raggio di 10 km dal tracciato del percorso più breve per raggiungere il luogo dove avrà svolgimento la seduta programmata.