Il Servizio Prevenzione e Protezione è definito come “insieme delle persone, sistemi e mezzi esterni o interni all’azienda finalizzati all’attività di prevenzione e protezione dai rischi professionali per i lavoratori dall’art.2, comma 1, lettera l) del D.Lgs 9 aprile 2008 n. 81 – nuovo testo unico in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro.
Il D.Lgs 81/2008, così come il precedente D.Lgs. 626/94, prevede che, per le strutture di ricovero e cura pubbliche e private con oltre 50 lavoratori, debba essere svolto da personale interno dipendente (art. 31, comma 6, lettera g), così come interno deve essere il suo Responsabile.
Fra gli addetti va menzionata la figura del Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione (persona designata dal Datore di Lavoro in possesso d’attitudini e capacità adeguate), che ha la funzione di dare coordinamento e razionalità agli interventi del Servizio.
L’art. 33 del D.Lgs 81/2008 e s.m.i. prevede che il Servizio Prevenzione e Protezione svolga in collaborazione con le altre unità aziendali i prescritti adempimenti di legge e cioè:

  • individuazione dei fattori di rischio, valutazione dei rischi e individuazione delle misure per la sicurezza e la salubrità degli ambienti di lavoro, nel rispetto della normativa vigente sulla base della specifica conoscenza dell’organizzazione aziendale
  • elaborazione, per quanto di competenza, delle misure preventive e protettive di cui all’articolo 28, comma 2, e dei sistemi di controllo di tali misure
  • elaborazione della procedure di sicurezza per le varie attività aziendali
  • proposizione dei programmi di informazione e formazione dei lavoratori
  • partecipazione alle consultazioni in materia di tutela della salute e sicurezza sul lavoro, nonché alla riunione periodica di cui all’articolo 35;
  • fornire ai lavoratori le informazioni di cui all’articolo 36

Inoltre svolge attività di: redazione piani di emergenza ed evacuazione, consulenza e pareri per la sicurezza alle varie strutture aziendali, redazione piani di sicurezza e coordinamento (ex D.Lgs. 494/96 e s.m.i.), individuazione di metodologie per lo sviluppo del sistema sicurezza integrato con i sistemi qualità dell’Azienda, congiuntamente al responsabile del servizio di prevenzione e protezione dai rischi, ecc. Infine ai sensi dell’art. 41 del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. congiuntamente al Medico Competente visita gli ambienti di lavoro almeno una volta l’anno e gli fornisce con tempestività le valutazioni e i pareri di competenza al fine della programmazione del controllo dell’esposizione dei lavoratori.

Collabora infine con gli analoghi Servizi delle maggiori strutture sanitarie piemontesi (con finalità di supporto all’attività, condivisione di esperienze e formazione degli operatori in senso esteso) e con l’Associazione Italiana Responsabili Servizi di Prevenzione e Protezione in Ambiente Sanitario (A.I.RE.S.P.S.A.) con sede presso il Servizio di Prevenzione e Protezione dell’A.S.L. di Rieti.
Con determinazione aziendale n. 605 del 15.03.2000 e n. 918 del 22.05.2007 il Servizio Prevenzione e Protezione è entrato a far parte del Gruppo di Coordinamento 626 Aziendale ai sensi della D.G.R. 38-25949 del 16.11.1998 con funzioni di elaborazione di protocolli generali, procedure e soluzioni in merito agli specifici rischi connessi alla realtà sanitaria, alla sicurezza ed alla prevenzione degli infortuni degli operatori del Servizio Sanitario Regionale, al monitoraggio dello stato di attuazione dei programmi degli interventi di sicurezza e prevenzione previsti dall’art. 4, comma 2, lettera c) del D.Lg.vo 626/94.
Nell’ambito dell’Asl Cn2 si è costituito un Gruppo di Coordinamento aziendale ristretto con le medesime finalità di cui al Gruppo di Coordinamento ex 626, che si riunisce periodicamente su convocazione del Datore di Lavoro ed è costituito da:

  • Datore di Lavoro
  • Responsabile Servizio di Prevenzione e Protezione
  • Medico competente
  • Responsabile S.S.D. Qualita‚, Risk management e Relazioni con gli utenti
  • Direttore S.O.C. Direzione di Presidio
  • Direttore S.O.C. Amministrazione del Personale

Ciascun componente può far partecipare agli incontri propri collaboratori.
Il Gruppo può riunirsi in forma allargata con la presenza di esperti, referenti e responsabili di struttura (membri consultivi su invito). La segreteria della commisione è gestita direttamente dal Datore di Lavoro tramite SPP Per la validità delle riunione, presiedute dal RSPP, non è richiesta la presenza di un numero minimo di partecipanti La convocazione, che contiene l’ordine del giorno, viene inviata ai membri effettivi del Gruppo e per conoscenza ai membri consultivi, in modo da consentirne la partecipazione ove gli stessi vi ravvisino motivi d’interesse.
Il Servizio Prevenzione e Protezione dell’Asl Cn2, secondo il vigente Atto Aziendale (determinazione n. 1197 del 30.06.2008 e s.m.i.), è strutturato come S.O.S. (Struttura Organizzativa Semplice) ed è posto in staff alla Direzione Generale. Il personale è formato ai sensi dell’art. 32 del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.
È attualmente costituito, ai sensi della determinazione aziendale n. 2811 del 29.12.2000.

Componenti:

  • Ing. Ferruccio Gaudino (R.S.P.P.)
  • Per. Ind. Maria Luisa Boarino (A.S.P.P.)
  • Ing. Corrado Galdini (A.S.P.P.)