PePS: Profili e Piani di Salute

Il decreto legislativo 502/1999 riconosce al Comitato dei Sindaci di Distretto la verifica del raggiungimento dei risultati di salute del Distretto Sanitario.
La Legge Regionale 18/2007 riconosce il Comitato dei Sindaci di Distretto come organo di partecipazione alla programmazione sanitaria a livello distrettuale e gli affida la predisposizione dei Profili e Piani di Salute (PePS).
I PePS sono lo “strumento con cui la comunità locale, a livello distrettuale, definisce il proprio profilo di salute attraverso l’individuazione degli obiettivi prioritari di salute e benessere, l’identificazione di tutti i soggetti coinvolti, dei rispettivi ruoli e contributi specifici nonché l’attivazione degli strumenti di valutazione del raggiungimento degli obiettivi stessi, e produce linee di indirizzo volte ad orientare le politiche del territorio“.
Nell’ASL CN 2 sono operativi due Distretti Sanitari a cui corrispondono due Comitati dei Sindaci di Distretto:
Distretto di Alba con un Comitato composto dai Sindaci dei 65 Comuni del Distretto 1 di Alba, dal Presidente della Provincia, dal Presidente e dal Direttore dei due Enti Gestori delle funzioni Socio Assistenziali (Consorzio Socio Assistenziale Alba-Langhe-Roero e Comunità Montana Alta Langa);
Distretto di Bra con un Comitato composto dai Sindaci degli 11 Comuni del Distretto 2 di Bra, dal Presidente della Provincia, dal Presidente e dal Direttore dell’ Ente Gestori delle funzioni Socio Assistenziali (Consorzio Intesa di BRA).
I succitati Comitati hanno prodotto nell’anno 2010 – 2011, grazie all’intervento tecnico dell’ASL CN 2, due distinti documenti (allegati).
Si tratta di testi che, in primo luogo, descrivono come stanno i cittadini di un distretto e, successivamente, individuano alcuni principi che, tradotti in azioni, possono incrementare il benessere collettivo.
Questi principi di natura non sanitaria, sono tali da poter avere un forte impatto sulla salute.
Le Amministrazioni pubbliche locali, attraverso decisioni e deliberazioni ispirate a questi principi, definiti nel documento PePS, possono fare molto per migliorare, proteggere e promuovere la salute dei cittadini.
I Documenti vogliono quindi essere un primo tentativo di dichiarare i concetti ispiratori per una buona pratica della politica e programmazione sanitaria non pensando a ciò che la Sanità può fare per la Salute, ma pensando a ciò che si può fare (di non sanitario) per la salute. La salute, intesa come stato di benessere psico-fisico, è infatti un concetto più ampio di sanità.